Dal 7 maggio al 18 giugno 2015 presso

Teatro Stabile in Opera  della I Casa di Reclusione Milano - Opera

Via Camporgnago, 40 - 20141 Milano

 

La Direzione della I Casa di Reclusione Milano Opera e Opera Liquida

presentano 

 

PROVA A SOLLEVARTI DAL SUOLO

3° Edizione - Festival di Teatro

 

4 appuntamenti il giovedì con

 

Luca Klobas – VISTI DA EST – 7 maggio

Alberto Patrucco – VEDO BUIO! – 21 maggio

Rita Pelusio – EVA-DIARIO DI UNA COSTOLA – 4 giugno

Claudio Batta – DA QUANDO HO FAMIGLIA SONO SINGLE – 18 giugno

 

Rassegna teatrale aperta a pubblico misto di detenuti e “civili”

 

Giovedì 7 maggio - alle ore 21

VISTI DA EST - Luca Klobas

di Federico Andreotti e Luca Klobas

regia Federico Andreotti

vai alla scheda

 

Vizi e virtù della nostra penisola, sotto la lente d’ingrandimento della satira e del paradosso, visti attraverso gli occhi di uno straniero proveniente dall’est Europa e di un veneziano trasferitosi nella metropoli milanese in cerca d’impiego. Con una crisi economica in corso e una classe politica incapace di provvedervi ma abilissima a gestire vizi personali; in un ambiente in cui i pellegrinaggi nei luoghi di stragi familiari hanno ormai occupato il posto di quelli a San Giovanni Rotondo; nella quotidianità di un’Italia che cambia, di un paese ormai multietnico ma poco incline all’accoglienza e all’integrazione.

 

Prenotazioni entro Lunedì 4 maggio

___________________________________________________

 

 

Giovedì 21 maggio - alle ore 21

VEDO BUIO! -  Alberto Patrucco

Una panoramica al vetriolo sui tempi che stiamo vivendo, intrisa di comicità vera, sostanza ed argomenti. Lo spettacolo attinge dalla cronaca, ma si alimenta anche di più ampi scenari storici.

E sullo sfondo, le tante vicende che segnano il nostro attuale stile di vita.
Tra l’altro: la politica (si pensava che dalla Prima alla Seconda Repubblica le cose sarebbero migliorate, invece stiamo rinculando: siamo passati dalla Prima alla Seconda ma deve essere entrata la retro), la televisione (molta gente è convinta di essere in regola con il canone perché già paga la tassa dei rifiuti), le banche (ci si attende la rapina da fuori, invece te la fanno da dentro, con la sola differenza che ti sorridono e non indossano il passamontagna), l’economia (so come investire i miei risparmi: il titolo con la percentuale migliore è l’inflazione).

Alberto Patrucco non risparmia nessuno e nemmeno se stesso. Così, tanto per tornare a ridere… sul serio.

 

Prenotazioni entro Lunedì 18 maggio

___________________________________________________

 

Giovedì 4 giugno - alle ore 21

EVA–DIARIO DI UNA COSTOLA - Rita Pelusio

di Rita Pelusio, Alessandra Faiella, Riccardo Piferi, Marianna Stefanucci

regia Marco Rampoldi

 “Quando Eva mangiò la mela, non nacque il peccato, ma una splendida virtù: la disobbedienza”. E quante sono le regole con cui ogni donna deve fare i conti oggi? Rita Pelusio, attrice-autrice di grande versatilità, incarna una serie di ‘umane’ che nella loro imperfezione raccontano il coraggio di chi ogni giorno combatte per la propria felicità: dall’adolescente che deve ribellarsi per trovare la propria identità, all’anziana innamorata; dalla futura madre di un figlio maschio, alla manager

multitasking, alla suora in crisi mistica. Perché la diversità manda avanti il mondo. Perché il paradiso sarà pur perfetto, ma la vita è un'altra cosa.

 

Prenotazioni entro Lunedì 1 giugno

___________________________________________________

 

Giovedì 18 giugno - alle ore 21

DA QUANDO HO FAMIGLIA SONO SINGLE - Claudio Batta

di Riccardo Piferi, Claudio Batta

regia Riccardo Piferi

Cosa c’è di più bello che avere un figlio? Niente, salvo, forse, avere un figlio che nasce già educato. La grande gioia del nuovo arrivo, piano piano, si stempera col crescere delle responsabilità educative. Il genitore si chiede continuamente sarà giusto quello che faccio?

Il genitore è un mestiere che si impara facendolo e spesso sono gli errori che insegnano più dei consigli. Poi, per aiutarti ad educare (si fa per dire) ci sono: la scuola, gli amici, i nonni la tv e le tate.  E’ uno spettacolo che parla con competenza di queste cose senza averle capite. Che affronta i modi per creare gli uomini e le donne del futuro con l’unico metodo possibile: una serie di colpi di fortuna. Lo spettacolo è ricco di umorismo raffinato alternato ad una comicità irresistibile. Si ride molto ma si prova anche una grande tenerezza nei confronti di una generazione (la nostra) che è ancora in bilico tra l’essere figlio e diventare genitore.

 

Prenotazioni entro Lunedì  15 giugno

___________________________________________________

 

Infoline

organizzazione.operaliquida@gmail.com – 328.1724508 - www.operaliquida.it

 

COSTO BIGLIETTO 

Intero                         € 15,00                

Ridotto*                       € 10,00

Abbonamento intero  € 50,00 (4 spettacoli)

Abbonamento ridotto*    € 30,00 (4 spettacoli)

 

*Hanno diritto alla tariffa ridotta i ragazzi sino a 14, gli studenti fino ai 24, gli over 60.

I biglietti sono in vendita presso la biglietteria della sala teatrale, prima dello spettacolo

 

PRENOTAZIONI E INGRESSO

 

E' POSSIBILE ACCEDERE ESCLUSIVAMENTE COMPILANDO IL FORM DI PRENOTAZIONE www.operaliquida.it

Il form va completato con i dati anagrafici e con i dati relativi al documento di identità e va inviato, alla mail: prenotazionistabileinopera@gmail.com

L’ingresso è previsto alle ore 20.15 e l’inizio degli spettacoli alle ore 21.00

Le prenotazioni possono essere accolte sino a tre giorni prima della data dello spettacolo cui si intenda partecipare.

L'ingresso in sala può avvenire sino a 20 minuti prima dell'orario di inizio dello spettacolo.

Preghiamo gli spettatori di presentarsi 30 minuti prima all’ingresso principale del carcere per la verifica dell’autorizzazione all’entrata, la consegna del documento di identità ed il ritiro del pass per l’ingresso al teatro del carcere. Il biglietto verrà acquistato direttamente a teatro.

Il parcheggio dei propri automezzi potrà avvenire nelle aree interne preposte, custodito. Ricordiamo che all’ingresso verrà ritirato un documento di identità (carta d’identità, patente, passaporto) ed è vietato introdurre qualunque apparecchio e materiale elettrico e/o elettronico (cuffie, cellulari, palmari, computer, smartphone, tablet, hard disk, chiavette usb, cavi di qualunque natura, batterie, caricabatterie, etc.), e da taglio (compresi prodotti da unghie) che deve essere lasciato nelle autovetture.

Non è possibile portare all’interno del teatro cibi e bevande.

 

© 2014 by Opera Liquida. Tutti i diritti riservati  

p.iva - c.f. 06806970965  

sede: via Sant'Innocenzo 3A Pozzuolo Martesana (MI)

 operaliquida@gmail.com