Armando lettere (R)esistenti
con Enrico Vezzelli
testi Domenico Ferrari, Rita Pelusio, Enrico Messina
regia Enrico Messina
produzione Armamaxa teatro



 

Questa storia unisce tre generazioni: il figlio Enrico, il padre Mario e il nonno Armando. Ed è una storia vera che nasce dalle lettere scritte nel 1944 da Mario, appena dodicenne, a suo padre Armando Vezzelli, un maestro di scuola elementare, un intellettuale che durante la guerra scelse di ribellarsi alla dittatura e di organizzare la Resistenza nella sua città, Genova. Per questo andrà incontro all’arresto, alla deportazione e alla morte nel campo di sterminio di Mauthausen. Una narrazione in prima persona, tra immagini che profumano di pane caldo e ricordi d’infanzia, per raccontare l’orrore della guerra e l’ingiustizia della tirannia con la leggerezza, la poesia spiazzante, lo sguardo disincantato e un po’ fuori luogo del clown.

Armando, lettere resistenti_02.jpeg